Giro d’Italia, 18a tappa: sullo Stelvio O’Connor all’attacco, gruppo in rimonta | il diretto

Tappa alpina di 207 km da Pinzolo ai laghi di Cancano, quattro Gpm con lo Stelvio, vetta Coppi della corsa rosa

14.53 – Riprende Pedrero

Solo O’Connor è rimasto davanti. Che ritmo quello di Sunweb: fa male a molti. Almeida scortata da una folla di buon auspicio in questo momento di difficoltà.

14.51 – rimonta del gruppo

Dutch Oomen fa il passo. Il gruppo sta lentamente recuperando tutti i fuggitivi. Adesso Almeida si stacca!

14.47 – Almeida in difficoltà

La maglia rosa in fondo al girone. Non sembra avere una buona corsa, ma tiene saldamente. Anche Majka lotta. Pozzovivo si è interrotto.

14.41 – 50 km all’arrivo

1’40 “di vantaggio di O’Connor sul gruppo maglia rosa, in fondo al quale corre Pozzovivo. Al centro, a 55” dall’australiano, una rosa di sette inseguitori, compreso Ganna.

14.32 – 55 km all’arrivo

Davanti c’è l’australiano Ben O’Connor, vincitore della tappa di ieri. Terza giornata di attacco consecutiva per il corridore NTT Pro Cycling. De Gendt e Tonelli riassorbiti dal gruppo maglia rosa, sempre tirato da Sunweb.

14.28 – 56 km all’arrivo

Gruppo maglia rosa composto da 29 unità. Diego Ulissi si stacca. Ritmo esigente. Raggiunto Dario Cataldo, che faceva parte della fuga iniziale.

14.22 – 58 km all’arrivo

Tra i fuggitivi Meintjes fa il passo. Dietro la Sunweb aumenta il ritmo. Vuole mantenere la corsa chiusa. Sempre meno corridori fanno parte del plotone.

14:15 – inizia la salita

I 15 fuggitivi sono già sulle prime rampe dello Stelvio. Il gruppo della maglia rosa ha alzato il ritmo: il suo ritardo è di meno di 3 ‘.

14.09 – la maglia rosa

È il giorno della verità per il leader della classifica generale Joao Almeida. Sulle ultime rampe del Passo dello Stelvio, il corridore Deceuninck-Quick-Step troverà una bellissima sorpresa, con il suo nome scritto sull’asfalto. Un pensiero di due fan speciali: i genitori venuti dal Portogallo.

Ore 14.00 – Cima Coppi

72 km al traguardo. Sono sempre meno i chilometri da percorrere alle prime rampe del Passo dello Stelvio: 24,7 km con pendenza media 7,5%, massima 12%.

13.56 – 75 km all’arrivo

Gruppo in maglia rosa più allungato. Il Team Sunweb e Ineos Grenadiers hanno aumentato il ritmo. Vantaggio sotto i 4 ‘.

13.51 – 77 km all’arrivo

Circa 4’10 “il vantaggio dei 15 fuggitivi sul gruppo maglia rosa. Tra circa 10 km ci sarà l’arrivo volante di Prato allo Stelvio. Lì inizierà la salita verso il Passo dello Stelvio.

13.44 – quindici

3’51 “il vantaggio dei battistrada quando mancano 80 km ai laghi di Cancano. I 15 battistrada sono: Fabio Felline (Astana), Alessandro Tonelli (Bardiani CSF Faizané), francese Stéphane Rossetto (Cofidis), portoghese Ruben Guerreiro (Ef Pro Cycling), lo spagnolo Daniel Navarro (Israel Start-Up Nation), il britannico Matthew Holmes e il belga Thomas De Gendt (Lotto Soudal), lo spagnolo Antonio Pedrero, il connazionale Sergio Samitier e Dario Cataldo (Movistar), il sudafricano Louis Meintjes e l’australiano Ben O’Connor (NTT Pro Cycling), gli inglesi Ben Swift e Filippo Ganna (Ineos), l’americano Joseph Dombrowski (Emirati Arabi Uniti).

13.40 – Il vantaggio aumenta

Quando mancano 84 km al traguardo, il vantaggio dei 15 è di 4 ‘rispetto al gruppo maglia rosa tirato dalla Sunweb dell’olandese Wilco Kelderman, secondo in classifica generale a soli 17 “dalla maglia rosa, il portoghese Joao Almeida .

13.32 – 89 al traguardo

3’44 “il vantaggio dei 15 fuggitivi quando mancano 89 al traguardo, 37,8 km / h la media della gara. I corridori hanno già affrontato il passo di Campo Carlo Magno (GPM di seconda categoria) e il nuovo Castrin / Hofmahdjoch passo (Gpm prima categoria, 8,8 km al 9,7%) Si avvicina lo Stelvio, il vertice Coppi di questo Giro.

13.26 – Sunweb a tirare

In testa al gruppo a tirare la squadra di due dei principali protagonisti di questa corsa rosa, Hindley e Kelderman. Queste le parole alla partenza di Paolo Slongo, storico allenatore di Vincenzo Nibali (Trek-Segafredo).

13.21 – 96 km all’arrivo

3’13 “il vantaggio dei 15 latitanti quando mancano 96 km ai laghi di Cancano. Il primo GPM di giornata è stato conquistato dalla maglia azzurra Guerreiro, il secondo da De Gendt davanti al portoghese in maglia blu, leader della classifica degli alpinisti Pronostico di Fausto Masnada sulla tappa odierna.

13.13 – Visconti non è partito

Tendinite al ginocchio destro per Giovanni Visconti che non è partito.

13.08 – gli attaccanti

I quindici leader sono: Fabio Felline (Astana), Alessandro Tonelli (Bardiani CSF Faizané), il francese Stéphane Rossetto (Cofidis), il portoghese Ruben Guerreiro (Ef Pro Cycling), lo spagnolo Daniel Navarro (Israel Start-Up Nation), il Il britannico Matthew Holmes e il belga Thomas De Gendt (Lotto Soudal), lo spagnolo Antonio Pedrero, il connazionale Sergio Samitier e Dario Cataldo (Movistar), il sudafricano Louis Meintjes e l’australiano Ben O’Connor (NTT Pro Cycling), gli inglesi Ben Swift e Filippo Ganna (Ineos), l’americano Joseph Dombrowski (UAE Emirates).

13.04 – 15 in fuga

Gli attaccanti della prima ora sono 15, 2’30 “di vantaggio sul gruppo maglia rosa. 106,5 km all’arrivo.

Arriva lo Stelvio

Nella 17 ^ tappa del Giro d’Italia il gruppo maglia rosa ha lasciato andare la fuga, Ben O’Connor si è preso la sua vendetta dopo il secondo posto nella frazione precedente ed è arrivato da solo al traguardo di Madonna di Campiglio. Nessuna battaglia tra i migliori in classifica generale, che hanno deciso di risparmiare energie in vista della tappa odierna. Almeida ancora in maglia rosa con 17 “di vantaggio su Kelderman.

Sentiero

Tappa alpina con oltre 5400 m di dislivello, partenza da Pinzolo e arrivo dopo 207 km ai Laghi di Cancano (Parco Nazionale dello Stelvio). Partenza in salita dal Passo di Campo Carlo Magno (GPM di seconda categoria) che porta in Val di Sole, dopo circa 45 km i corridori affronteranno il nuovo passo Castrin / Hofmahdjoch (GPM di prima categoria, 8,8 km al 9,7%) fino alla Val d’Ultimo / Ultental. La lunga discesa porta alla periferia di Merano, dove si prosegue in salita da Foresta / Forst entrando in Val Venosta e salendola quasi interamente. Si sale poi allo Stelvio (2758 m), dal versante più impegnativo (quasi 25 km al 7,5% di cui la metà oltre i 2000 m, Cima Coppi del Giro). Dopo la lunghissima discesa, ultima salita verso i laghi di Cancano (prima categoria Gpm, 8,7 km al 6,8%). La salita porta alle Torri di Fraele, a 2 km dall’arrivo. Seguono due brevi gallerie e una breve discesa al Lago delle Scale, che percorre una strada pianeggiante per circa un chilometro. Gli ultimi 500 metri sono in leggera salita, al 3,5% circa.

Io grande

La maglia rosa Joao Almeida (Deceuninck Quick-Step) ha un vantaggio di 17 “su Wilco Kelderman (Sunweb), 2’58” su Jai Hindley (Sunweb) e 2’59 “su Geoghegan Hart (Ineos). Primo degli italiani Vincenzo Nibali (Trek Segafredo), settimo a 3’31 “.

Riscopri i personaggi e le tappe epiche della Corsa Rosa con le prime pagine storiche della Gazzetta dello Sport.

Susana Russo

Susana Russo

Ciao. Sono un Digital Copywriter. Aiuto marchi come i tuoi a creare contenuti efficaci per coinvolgere e convertire il tuo pubblico. Forti competenze SEO. Inoltre, sono un copywriter italiano creativo e concettuale. So come te l'importanza di ogni singola parola e come può fare la differenza risuonare con il bersaglio. L'ho imparato negli ultimi 8 anni di duro lavoro al servizio di aziende come Sixt, Blexr, LEAP London, Catena Media e altre. Inoltre, sono un membro freelance della Pennagrafica di Benevento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *