Elezioni americane, Trump in Florida galvanizza i suoi fan: “Tra 22 giorni vinceremo e mi amerai ancora di più”

NEW YORK – “Mi sento potente, verrò lì e bacerò tutti gli spettatori. Bacerò i giovani, bacerò le belle donne ”. Donald Trump aveva deciso che sarebbe stato un grande ritorno e alcune migliaia di fan adoranti non lo hanno deluso. Ha scelto l’aeroporto Orlando-Sanford, l’Air Force One parcheggiato in bella mostra lì vicino per il suo spettacolo ‘Commander in Chief’, ha scelto la Florida, stato tra lui e Joe Biden e decisivo in ogni elezione, ha scelto il famoso corridoio I-4 , l’autostrada che taglia la parte centrale da Tampa a Daytona, zona elettorale strategica perché chi vince qui vince sempre anche la Casa Bianca.

Galvanizza i suoi fan, che sono già arrivati ​​a migliaia da ore e che gridano “ti vogliamo bene”. “Mi amerai ancora di più,” risponde The Paperino, la sua voce a tratti roca. “È bello essere di nuovo qui, abbiamo sopportato molto insieme e stiamo andando molto meglio rispetto al 2016. Avremo una vittoria più grande rispetto a quattro anni fa. Mi restituiscono, non capisco, anche quattro anni fa sbagliavano tutte le previsioni, nei prossimi 22 giorni vinceremo Florida e Casa Bianca ”.

È atterrato a Sanford con l’imprimatur del suo medico che ha garantito che per giorni (senza specificare quali) il presidente è stato negativo ai test Covid-19, ha ritenuto opportuno non usare la maschera sull’aereo, come non l’ha fatto. ha usato il governatore (repubblicano) della Florida Ron De Santis che lo ha accolto. E anche la grande maggioranza di coloro che erano venuti a lodarlo non lo indossava.

“Sono le elezioni più importanti nella storia americana”. E ha cercato di mostrarsi al top della forma, appena una settimana dopo essere stato dimesso dall’ospedale. Ha parlato per circa un’ora, ripetendo come un mantra il repertorio classico della sua campagna: attacchi al vetriolo contro “la macabra Hillary”, accuse alla “stampa corrotta”, l’appello all’America contro la “sinistra radicale” e “l’incubo socialista”. “, La ‘gaffe’ di confondere la Florida con un territorio statunitense (” faresti meglio a votare per me Porto Rico, votare per me “), dimenticando che i portoricani non votano alle elezioni presidenziali. Infine, l’ironia del ‘ Sleepy Joe “che è” nascosto “perché ha paura del virus.

Biden, forse prevedendolo, lo aveva anticipato un paio d’ore prima: “Il presidente Trump arriva oggi a Sanford con un comportamento sconsiderato, una retorica divisiva e un atteggiamento di paura. Ma altrettanto pericoloso è ciò che non riesce a portare: nessun piano per tenere sotto controllo questo virus che ha preso la vita di oltre 15.000 floridiani, nessun piano per proteggere la loro salute e certamente nessun piano per mitigare l’impatto economico della pandemia. sta avendo famiglie in tutta la Florida centrale. ”

Vanna Piazza

Vanna Piazza

Sono uno specialista della comunicazione online che crede nella creatività e nella passione per il lavoro. Il mio lavoro e i valori della vita sono umiltà e responsabilità. Ho sempre guadagnato la stima dei miei capi, perché sono estremamente concentrato e fortemente determinato a contribuire al successo di qualsiasi ambiente aziendale. Ho trascorso gli ultimi tre anni a perfezionare le mie capacità di scrittura, comunicazione e marketing, in particolare quelle digitali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *