Decreto Rilancio: tutti sognano il fotovoltaico. L’analisi di Eni Datalab

Dopo l’esperienza della serrata, la casa si conferma sempre più importante nella vita degli italiani. L’attenzione nazionale, prima rivolta anche all’esterno, si concentra da mesi tra le quattro mura domestiche e questo ha portato molti cittadini a riflettere su come migliorare la propria situazione familiare.

Una spinta a questo trend è arrivata il 19 maggio dal decreto di rilancio, che oltre a una serie di fondi per mitigare la crisi economica, propone l’eco-bonus per l’efficienza energetica e la riduzione del rischio sismico degli edifici e il bonus per la mobilità . alternativa sostenibile al trasporto pubblico locale.

A fine 2019 gli impianti fotovoltaici in Italia erano 880mila per una potenza complessiva di circa 21 GW (+750 MW rispetto a fine 2018). La maggior parte di questi si trova in Lombardia e Veneto (rispettivamente 135.479 e 124.085 impianti), che insieme ospitano quasi il 30 per cento dei siti nazionali. In Puglia, invece, ce ne sono di più grandi e potenti. Lo scorso anno il livello di autoconsumo in Italia è stato di 4.718 GWh, pari a quasi il 20 per cento della produzione totale di impianti fotovoltaici.

Queste analisi nascono dal lavoro di Eni Datalab, laboratorio nato nel 2016 nella direzione della Comunicazione Esterna, con l’obiettivo di applicare alla comunicazione le competenze di data science, analytics e intelligenza artificiale che hanno reso Eni un’eccellenza nell’esplorazione. di nuove fonti energetiche.

Il bonus per biciclette e scooter è forse quello che più ha coinvolto la fantasia degli italiani, anche perché più facile da decidere e applicare. Dal 4 maggio al 31 dicembre, i cittadini possono risparmiare il 60 per cento su tale acquisto fino a un massimo di 500 euro. Tra i mezzi più diffusi, spesso spinti sui social da produttori e venditori, su Twitter ci sono auto, biciclette, moto e scooter elettrici, segway, hoverboard e monowheels. Tutte notizie che stiamo imparando a riconoscere per le strade delle nostre città.

Facendo poi un’analisi delle emozioni sui tweet al riguardo, il risultato prevalente è quello dell’attesa verso il futuro, come il passaggio a queste tipologie di mobilità. Anche in presenza di sentimenti negativi come tristezza e rabbia, la tendenza prevalente è quella della fiducia e della gioia.

Leggi l’intero articolo su Eni Datalab

Angelo Narcisi

Angelo Narcisi

Multilingue e multitasker. Amante Agile. Giocoliere digitale. Giocatore di squadra. Completamente impegnato con il re (contenuto). Felice musicista e viaggiatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *