Covid-19, oltre sei milioni di casi in Europa: più di 18mila in Francia in 24 ore | I bar sono chiusi per un mese a Bruxelles

Speranza: “Test per chi arriva da Belgio, Olanda, Gran Bretagna e Repubblica Ceca” “I numeri del contagio crescono in tutta Europa e ovviamente anche in Italia. Per questo abbiamo prolungato lo stato di emergenza al 31 gennaio e introdotto l’obbligo di indossare maschere anche all’aperto. Ho anche firmato un’ordinanza che prevede i test per chi arriva da Belgio, Olanda, Gran Bretagna e Repubblica Ceca. Oggi più che mai il il contributo di tutti per fermare il virusLo scrive su Facebook il ministro della Salute Roberto Speranza.

Francia I nuovi casi di coronavirus aumentano in 24 ore in Francia, 18.746, con un tasso di positività ulteriormente aumentato, al 9,1%. Anche il numero delle vittime è aumentato di 80, per un totale dall’inizio dell’epidemia di 32.445 tra ospedali, case di riposo e istituti per disabili.

Macron: “Verso altre restrizioni” “L’epidemia continua a crescere. In alcuni territori siamo riusciti a frenare le cose, ma il virus circola più velocemente. E nei luoghi dove circola troppo velocemente, in particolare, tra gli adulti e dove ci sono troppi letti occupati negli ospedali, poi dovremo andare verso maggiori restrizioni “. Così il presidente francese Emmanuel Macron. “Non lo siamo e non saremo in un tempo normale” nella prossima mimesi, sottolinea Macron, insistendo, tra l’altro, sulla necessità di “responsabilizzare i cittadini”.

Gran Bretagna – Nel frattempo, in Gran Bretagna c’è stata una leggera flessione rispetto al giorno precedente, ma i dati continuano a destare preoccupazione. io sono 14.162 persone infettate rispetto alle 24 ore precedenti e 70 morti. Il totale raggiunge così 544.275 persone contagiate e 42.515 morti dall’inizio della pandemia.

Belgio – Nel frattempo su tutto il territorio della regione di Bruxelles, le autorità cittadine hanno ordinato la chiusura di bar e caffè per un mese per arginare la diffusione del virus. Il consumo di alcolici negli spazi pubblici è inoltre vietato nei 19 comuni. Lo ha spiegato un portavoce dell’esecutivo regionale. I ristoranti, invece, possono rimanere aperti. Il governo belga ha anche imposto il chiusura di bar e caffè alle 23:00 in tutto il paese da venerdì.

Spagna – Un altro paese alle prese con la seconda ondata è la Spagna, che si è registrata 10.491 infezioni e 76 decessi più del giorno precedente. Piccolo calo a Madrid, dove sono stati registrati 2.853 nuovi casi rispetto ai 5.187 del giorno precedente.

Germania – Picco di infezioni in Germania, dove sono state 2.898 infetti nelle ultime 24 ore. È il numero più alto dal picco di venerdì, quando sono stati registrati 2.673. Cresce anche il numero dei pazienti in terapia intensiva: 499, circa 100 in più rispetto alla scorsa settimana. Sedici morti più del giorno precedente. Dall’inizio della pandemia sono stati registrati oltre 306mila contagiati, mentre 9.562 sono morti.

India – Numeri impressionanti in India, dove nelle ultime 24 ore si sono registrati bene 72.049 infezioni e 986 decessi. In totale, 6,76 milioni sono infetti e 104.555 sono morti.

Brasile – Il bilancio dei casi di coronavirus in Brasile ha superato la soglia di 5 milioni. Lo ha annunciato il ministero della Salute del Paese, secondo quanto riportato dalla CNN. Martedì sono stati registrati 31.553 nuovi contagi, cifra che ha portato il numero totale di contagi a 5.000.694. Parallelamente sono stati segnalati altri 734 decessi, per un totale di 148.228 morti nel Paese sudamericano dall’inizio della pandemia.

Vanna Piazza

Vanna Piazza

Sono uno specialista della comunicazione online che crede nella creatività e nella passione per il lavoro. Il mio lavoro e i valori della vita sono umiltà e responsabilità. Ho sempre guadagnato la stima dei miei capi, perché sono estremamente concentrato e fortemente determinato a contribuire al successo di qualsiasi ambiente aziendale. Ho trascorso gli ultimi tre anni a perfezionare le mie capacità di scrittura, comunicazione e marketing, in particolare quelle digitali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *