Coronavirus, Spagna prima in Europa per numero di contagi. In Francia sorgono restrizioni. Medico a Marsiglia: “Costretto a scegliere chi ricoverare”

Dall’inizio del pandemia più di un milione di persone sono morte in tutto il mondo a causa del contagio coronavirus continua a preoccupare in molti paesi diEuropa. Il Spagna ha registrato il record di infezioni nel continente, raggiungendo 716.481, ed è ora in fase di valutazione nuove misure. Anche la situazione è sempre più difficile Francia, dove i tempi della seconda ondata hanno sorpreso gli esperti. Il ministro per la transizione ecologica Elisabeth Borne non esclude la possibilità di un nuovo blocco. PER Marsiglia i dottori di ospedali locale, alle prese con una terapia intensiva piena di pazienti Covid, sono costretti a scegliere chi ammettere. È Angela Merkel avvertito: il Germania deve fare tutto il possibile per evitare un aumento dei casi, altrimenti a Natale avrà i numeri di Francia.

Spagna – Nella capitale Madrid, per giorni in conflitto con governo e ieri il teatro di proteste contro il restrizioni antivirus, da mezzanotte nuove aree, con milioni di cittadini, sono state presentate al Divieto di movimento se non per motivi di lavoro, di studio o cure mediche, comunque una misura più blanda di quella richiesta dal governo. Da oggi è consigliato “al tutto popolazione“, Che risieda o meno in zone a rischio,” evitare viaggi inutili“, E a intervento del governo.

Francia – Dopo aver superato i 16mila contagi giornalieri e poi scesi a 15.797 e 14.412, il numero di nuovi positivi è sceso ieri a 11.123 ma il calo è dovuto al consueto conteggio finale fine settimana, limitato a causa della chiusura dei laboratori di analisi privato. Il tasso continua a salire giorno dopo giorno positività, che ora ha raggiunto il 7,4% contro il 5,7% di una settimana fa. Il numero di ricoverati per Covid-19, con 102 nuove apparizioni in 24 ore. C’erano 786 voci in rianimazione, 23 in più rispetto a sabato.

Nel frattempo hanno preso un file Marsiglia e nella sua regione, fino a Aix en Provence (zona dichiarata di ‘massima allerta’) le misure restrittive decise dal governo per arginare i contagi, provvedimento che sarà operativo per 15 giorni con un budget previsto in una settimana. Anche Parigi – in zona “rosso scuro” – si prepara, questa sera, ad attuare le nuove disposizioni sulla chiusura del bar e sul divieto di vendita di alcolici dalle 22:00. Le restrizioni sono intervenute anche in tutto il nord, con la chiusura di bar e sale dal tè alle 22:00 e nessuna vendita alcol e diffondere musica amplificato da 20. L’obiettivo è dissuadere popolazione dall’organizzazione di feste in appartamenti privati, aggirando così il divieto di raduno negli spazi pubblici.

La situazione negli ospedali di Marsiglia è grave, tant’è che i medici degli ospedali locali alle prese con terapie intensive pieno di pazienti Covid, sono costretti a scegliere chi ammettere. “Non possiamo più gestire le due cose flussi, pazienti Covid e non Covid“, Ha spiegato a Bfmtv Jean-Luc Jouve, Capo di Ortopedia Pediatrica presso l’ospedale Il timone. “Questa mattina vado dal mio Ospedale e negozieremo con il rianimatori perché chiederemo loro se hanno cinque letti per ricevere il nostro pazienti. Sceglieremo chi è dentro pericolo di vita, che non può aspettare domande di chemioterapia … Per scoprire chi sarà la priorità nella scelta dell’intervento. Una scelta – ha concluso – che i medici vorrebbero non dover fare ”.

Germania – Il Autorità sanitarie tedesche hanno registrato 1.192 nuove infezioni nelle ultime 24 ore, secondo i rapporti di oggi Istituto Robert Koch (RKI). Tuttavia, queste cifre non riflettono il reale incidenza di contagi: il numero di casi denunciati la domenica e il lunedì è solitamente inferiore perché non tutte le autorità sanitarie trasmettono dati a Rki nel fine settimana. Sabato sono stati segnalati 2.507 nuovi casi, il numero più alto da aprile. Molto preoccupato per l’aumento delle infezioni da Covid, nel Germania e in Europa, Angela Merkel, che ne ha parlato al presidium del Cdu. Il Cancelliere ha dichiarato che il Germania deve fare di tutto per evitare che un aumento esponenziale dei casi continui, altrimenti a Natale avrà i numeri di Francia. Inoltre il cancelliere ha espresso dubbi sulla gestione da parte di Berlino della pandemia, dove i numeri sono in aumento: “Deve succedere qualcosa a Berlino”, ha detto. Domani Merkel Si riuniranno in cancelleria i primi ministri delle regioni.

Russia – Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 8.135 casi, il dato più alto dallo scorso 16 giugno. In tutto, i contagi sono così saliti a 1.159.573. IL morto erano invece 61, per un totale di 20.385. I maggiori aumenti si verificano a Mosca. Nella capitale, come previsto dall’ordinanza del sindaco Serghei Sobyanin, da oggi i cittadini sopra il 65 anni sono invitati (ma non obbligati) a restare Casa e a aziende è stato chiesto di privilegiarlo smart-working dove possibile.

India – Superati sei milioni di infezioni da Covid-19, mentre sono quasi 100mila persone per cui hanno perso la vita complicazioni correlato all’infezione. Nelle ultime 24 ore se ne contano 82.170 di nuovi contagio. L’India è seconda solo al stati Uniti, dove il numero di casi confermati è 7,1 milioni secondo la Johns Hopkins University. Per quanto riguarda le vittime, ci sono 95.542 in India sono attribuibili a coronavirus, con 1.039 nuovi decessi nell’ultimo giorno. Le autorità sanitarie indiane riferiscono che ieri sono stati condotti circa 72 milioni di test.

Memoriale al coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento
abbiamo bisogno di voi.

In queste settimane di pandemia, noi giornalisti, se facciamo coscienziosamente il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui su ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente centinaia di nuovi contenuti a tutti i cittadini: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste ad esperti, sondaggi, video e molto altro ancora. Tutto questo lavoro, però, ha un grande costo economico. La pubblicità, in un momento in cui l’economia è ferma, offre entrate limitate. Non in linea con il boom dell’accesso. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Per darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana, indispensabile per il nostro lavoro.
Diventa un utente di supporto cliccando qui.

Grazie
Peter Gomez

Ma ora siamo noi che abbiamo bisogno di te. Perché il nostro lavoro ha un costo. Siamo orgogliosi di poter offrire gratuitamente ogni giorno centinaia di nuovi contenuti a tutti i cittadini. Ma la pubblicità, in un momento in cui l’economia è ferma, offre entrate limitate. Non in linea con il boom degli accessi a ilfattoquotidiano.it. Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana. Una piccola ma fondamentale somma per il nostro lavoro. Dacci una mano!
Diventa un utente di supporto!

Con gratitudine
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Supporto ora


Pagamenti disponibili

Articolo precedente

Nagorno-Karabakh, bombardamenti azerbaigiani: 16 soldati armeni uccisi. La controffensiva aerea per neutralizzare i depositi di munizioni

Il prossimo


Articolo successivo

Coronavirus, in UK c’e il coprifuoco ma la gente balla per strada senza maschere e prendendo le distanze: immagini dal Liverpool

Il prossimo


Vanna Piazza

Vanna Piazza

Sono uno specialista della comunicazione online che crede nella creatività e nella passione per il lavoro. Il mio lavoro e i valori della vita sono umiltà e responsabilità. Ho sempre guadagnato la stima dei miei capi, perché sono estremamente concentrato e fortemente determinato a contribuire al successo di qualsiasi ambiente aziendale. Ho trascorso gli ultimi tre anni a perfezionare le mie capacità di scrittura, comunicazione e marketing, in particolare quelle digitali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *