Coronavirus, Austria verso il blocco “duro”: chiuse anche le scuole. In Germania, più di 23.000 positivi

La situazione sanitaria in Italia sta diventando sempre più critica Europa e in tutto il mondo, a causa della pandemia Covid-19. Là Germania in semi-lockdown negli ultimi 24 ore ha raggiunto un nuovo record di caso registrandosi 23.542 contagi e 218 morti. Ma chi prenderà decisioni drastiche nelle prossime ore sarà ilAustria: domani pomeriggio molto probabilmente verrà annunciato il nuovo ‘confinamento Durato‘che dovrebbe iniziare dalla mezzanotte del prossimo martedì. Anche tutte le scuole dovrebbero chiudere natura ed elementare. D’altra parte, sarà garantita l’assistenza agli alunni i cui genitori si esibiscono lavoro essenziale, come era già successo durante la prima ondata Covid in primavera. Il lockdown totale, per il momento, è previsto fino all’8 dicembre. E in attesa del numero di contagi nelle ultime 24 ore, sembra che il valore raggiungerà 9.700-9.800 in un Paese che ha un popolazione di 8,8 milioni di abitanti. Il cancelliere annuncerà le nuove misure urgenti anti-contagio Sebastian Kurz (OeVP).

Germania – Il Istituto Robert Koch aggiornare a 751.095 il totale dei positivi, mentre è salito a 12.200 il numero totale di persone che hanno perso la vita in Germania dopo aver contratto la Sars-Cov-2. Ieri 12 novembre, in Baviera, un tribunale amministrativo ha dato il via libera a riapertura del palestre del Land, mentre la Corte Costituzionale ha negato la riapertura di un teatro-ristorante. Secondo la corte bavarese è consentito farlo sport nel cerchia familiare e poi la chiusura corto di tutte le palestre “non è ammissibile”. Invece la Corte Costituzionale del Karlsruhe ha respinto il ricorso urgente di a teatro-ristorante della Baviera, sostenendo che “le condizioni della pandemia di coronavirus devono ancora essere prese molto seriamenteE non si può escludere che anche i ristoranti contribuiscano alla diffusione del virus. I giudici hanno sottolineato che le chiusure dei locali fanno parte di un concetto generale più ampio all’interno del quale lo Stato ha l’obbligo costituzionale di proteggere la salute e il vita.

stati Uniti – Anche all’estero c’è ancora un record di infezioni: in stati Uniti sono stati segnalati ulteriormente 140mila nuovi casi nelle ultime 24 ore. Come riportato da Johns Hopkins University, nel paese in cui si sono registrati 143.231 più casi rispetto a ieri, aggiornandosi così a 10.554.805 il numero totale di persone infette. Là California è poi diventato il secondo stato degli Stati Uniti, dopo il Texas, ad attraversare il milioni di casi. Con quasi settemila infezioni confermate in 24 ore, sono 1.000.631 i casi registrati nello Stato.

Russia – I casi di Covid-19 continuano a crescere anche in Russia, dove sono stati accertati nelle ultime 24 ore 21.983 nuove infezioni: il numero più alto dall’inizio dell’epidemia. La centrale operativa nazionale anticoronavirus riferisce di essersi registrati l’ultimo giorno 411 morti causato da Sars-Cov-2. In totale, secondo i dati ufficiali, in Russia vengono contati 1.880.551 infezioni e 32.443 decessi dovuti a Covid-19.

Memoriale al coronavirus

Il fatto internazionale – Notizie internazionali dalle principali capitali e dossier Mediapart

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento
abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia, noi giornalisti, se facciamo coscienziosamente il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo, ogni giorno qui su ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente centinaia di nuovi contenuti a tutti i cittadini: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste ad esperti, sondaggi, video e molto altro ancora. Tutto questo lavoro, però, ha un grande costo economico. La pubblicità, in un momento in cui l’economia è ferma, offre entrate limitate. Non in linea con il boom dell’accesso. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Per darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana, indispensabile per il nostro lavoro.
Diventa un utente di supporto cliccando qui.

Grazie
Peter Gomez

Ma ora siamo noi che abbiamo bisogno di te. Perché il nostro lavoro ha un costo. Siamo orgogliosi di poter offrire gratuitamente ogni giorno centinaia di nuovi contenuti a tutti i cittadini. Ma la pubblicità, in un momento in cui l’economia è a un punto morto, offre entrate limitate. Non in linea con il boom degli accessi a ilfattoquotidiano.it. Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana. Una piccola ma fondamentale somma per il nostro lavoro. Dacci una mano!
Diventa un utente di supporto!

Con gratitudine
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Supporto ora


Pagamenti disponibili

Articolo precedente

Bataclan, cinque anni dopo in Francia non è cambiato nulla. E tutto è cambiato

Il prossimo


Articolo successivo

Unicef: “Nel 2019, il record di casi di morbillo provoca sforzi contro la pandemia. Mai così tanti in 23 anni “

Il prossimo


Vanna Piazza

Vanna Piazza

Sono uno specialista della comunicazione online che crede nella creatività e nella passione per il lavoro. Il mio lavoro e i valori della vita sono umiltà e responsabilità. Ho sempre guadagnato la stima dei miei capi, perché sono estremamente concentrato e fortemente determinato a contribuire al successo di qualsiasi ambiente aziendale. Ho trascorso gli ultimi tre anni a perfezionare le mie capacità di scrittura, comunicazione e marketing, in particolare quelle digitali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *