Coronavirus, 17mila contagi in Francia. Ha superato la soglia di 10.000 morti in Belgio. India, oltre 100mila vittime

I dati del contagio continuano a preoccupare coronavirus in Europa. Là Francia registra ancora numeri altissimi: i nuovi casi di contagio nelle ultime 24 ore sono stati 16.972, per un totale di 606.625. Il tasso di contagio continua ad aumentare ed è ora al 7,9%. I decessi nelle ultime 24 ore sono stati 49, per un totale di 32.198. Contagio al massimo, anche se con cifre molto diverse, quelle in Germania che, dopo aver registrato ieri il record della seconda metà di aprile, con 2.673 contagi, oggi ne ha 2.563 con altri 19 morti.

Il Belgio supera la soglia di 10mila morti. Secondo gli ultimi dati dell’Istituto di sanità pubblica Sciensano, i morti sono ora 10.037. Preoccupa anche la situazione nei reparti ospedalieri: il numero di pazienti ricoverati in terapia intensiva aumenta del 50% tra venerdì 25 settembre e venerdì 1 ottobre. Sono 163 le persone ricoverate, di cui 72 respirano grazie ai ventilatori, rispetto alle precedenti 109. Secondo Rtbf, il numero dei ricoveri in questi reparti dal 2 giugno non era così elevato (erano 172).

Record dal 15 maggio anche in Russia, dove sono stati registrati 9.859 casi nelle ultime 24 ore, con il numero totale di persone infette nel paese che ha raggiunto 1,2 milioni. Ci sono 174 vittime nell’ultimo giorno. Nel India, d’altra parte, le vittime hanno sfondato 100mila, portando il Paese al terzo posto a livello mondiale, mentre il totale dei casi registrati dall’inizio della pandemia è salito a 6,47 milioni.

Nel frattempo il Romania conferma il Paese balcanico con il bilancio più pesante per infezioni e decessi da coronavirus. Nelle ultime 24 ore si sono verificati 2.064 nuovi casi di contagio, con altri 32 decessi. Là Bosnia Erzegovina da ieri ha registrato 263 contagi e sei morti, il Montenegro 244 nuovi casi e due vittime, la Macedonia del Nord 243 casi e quattro vittime. Cifre simili in Croazia dove ci sono stati 241 contagi e due morti, Bulgaria con 240 casi e sei decessi, Slovenia dove nelle 24 ore sono stati registrati 227 contagi con una vittima. Più contenuto il bilancio in Serbia e Kosovo, con rispettivamente 107 casi e due morti e 53 nuovi contagi con tre vittime.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento
abbiamo bisogno di voi.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo coscienziosamente il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo, ogni giorno qui su ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente centinaia di nuovi contenuti a tutti i cittadini: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste ad esperti, sondaggi, video e molto altro ancora. Tutto questo lavoro, però, ha un grande costo economico. La pubblicità, in un momento in cui l’economia è ferma, offre entrate limitate. Non in linea con il boom dell’accesso. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Per darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana, indispensabile per il nostro lavoro.
Diventa un utente di supporto cliccando qui.

Grazie
Peter Gomez

Ma ora siamo noi che abbiamo bisogno di te. Perché il nostro lavoro ha un costo. Siamo orgogliosi di poter offrire gratuitamente ogni giorno centinaia di nuovi contenuti a tutti i cittadini. Ma la pubblicità, in un momento in cui l’economia è a un punto morto, offre entrate limitate. Non in linea con il boom degli accessi a ilfattoquotidiano.it. Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino a settimana. Una piccola ma fondamentale somma per il nostro lavoro. Dacci una mano!
Diventa un utente di supporto!

Con gratitudine
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Supporto ora


Pagamenti disponibili

Articolo precedente

Gas nel Mediterraneo, l’Ue usa la diplomazia e la Turchia risponde con minacce. Bruxelles teme ritorsioni sulla questione dei migranti

Il prossimo


Vanna Piazza

Vanna Piazza

Sono uno specialista della comunicazione online che crede nella creatività e nella passione per il lavoro. Il mio lavoro e i valori della vita sono umiltà e responsabilità. Ho sempre guadagnato la stima dei miei capi, perché sono estremamente concentrato e fortemente determinato a contribuire al successo di qualsiasi ambiente aziendale. Ho trascorso gli ultimi tre anni a perfezionare le mie capacità di scrittura, comunicazione e marketing, in particolare quelle digitali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *