coprifuoco sotto studio del governo

Covid, è un allarme a Parigi dove è risultato oltre il 17% dei test positivo, cifra mai raggiunta prima secondo le autorità sanitarie. E il premier Castex invita la popolazione a resistere: «Evita il confinamento». 17% dei test in formatoIle-de-France, la regione di Parigi, “È positivo, è un fatto che non avevamo mai raggiunto”. Lo ha affermato il direttore di Ars, l’agenzia sanitaria regionale, Aurélien Rousseau, intervistato da RMC-BFM-TV.

La nuova stretta che il governo francese sta studiando per Parigi e la regione dell’Ile-de-France, dove i contagi sono in aumento esponenziale, è una restrizione serale alla circolazione, in pratica un coprifuoco sul modello di Berlino e Francoforte. Lo scrive questa sera il settimanale Le Point citando fonti del Consiglio dei ministri. I ministri si incontreranno domani in Consiglio di Difesa all’Eliseo attorno al presidente Emmanuel Macron, per un vertice inizialmente previsto per mercoledì, poco prima dell’intervento televisivo unificato del presidente, luogo ideale per eventuali annunci di restrizioni.

“Oggi, a Parigi, tra le persone di età compresa tra i 20 ei 30 anni, abbiamo oltre 800 casi positivi su 100.000, la soglia di allerta è cinquanta. Soprattutto da tre giorni, e questo è l’allarme che lanciamo, queste cifre stanno aumentando molto rapidamente tra gli anziani. Ciò significa che c’è una transizione tra le generazioni e questa è la nostra più grande preoccupazione “, ha continuato Aurélien Rousseau, aggiungendo che attualmente 473 pazienti con Covid-19 sono in rianimazione. 100.000 test antigene messi a disposizione in Ile-de-France.

E sul crisi sanitaria il Presidente della Repubblica francese, Emmanuel Macron, si rivolgerà ai francesi mercoledì sera. Macron, secondo quanto riferito, interverrà alle 20. È la quinta volta che il capo dello stato interviene dall’inizio dell’epidemia. Lo fa mentre peggiorano visibilmente tutti gli indicatori, in particolare il numero di contagi, che sabato si è sfiorato 27.000 in sole 24 ore.

Covid, un virus può durare fino a 28 giorni sulle superfici: dai cellulari alle banconote dove sopravvive di più

Covid, Hope: “Stop the holidays” The CTS: “Solo un tampone negativo sarà sufficiente per la guarigione”

Il primo ministro Castex: “Evitare il blocco”

Di fronte alla forte rinascita di coronavirus, il premier francese, Jean Castex, lancia un forte appello ai francesi a non rinunciare alla lotta al coronavirus. “Non puoi arrenderti”, ha detto a France Info, annunciando una nuova versione dell’applicazione StopCovid, l’equivalente francese di Immuni, per il 22 ottobre. È stato proprio il premier francese, lo scorso novembre, a essere criticato per aver pubblicamente riconosciuto di non aver mai scaricato la prima versione dell’app anti-Covid. “I francesi – ha detto oggi – hanno ritenuto un po ‘troppo presto che questo virus fosse scomparso”. “La realtà – ha avvertito – è che la seconda ondata è qui tra noi”. E “non puoi arrenderti”. Il premier ha poi sottolineato che “un blocco generalizzato deve essere evitato con tutti i mezzi”.

Seconda ondata forte, Macron parla al paese mercoledì

«È tutto in uno seconda forte ondata dell’epidemia di Covid-19 e non ci può essere più un allentamento», Lo ha detto il primo ministro Jean Castex su franceinfo, escludendo “un blocco generale che avrebbe conseguenze drammatiche” e che quindi deve essere evitato in tutti i modi. Il capo del governo francese, tuttavia, ha ritenuto possibili i confini locali: nulla dovrebbe essere escluso quando vediamo la situazione nei nostri ospedali. Mercoledì il governo esaminerà la situazione epidemiologica per vedere se c’è motivo di andare oltre nelle misure, a seguito delle restrizioni già introdotte in varie città tra cui Parigi.

Giovedì il presidente della Polinesia francese ha incontrato Macron

Il presidente della Polinesia francese, Edouard Fritch, ora in isolamento da sette giorni, è positivo al coronavirus. Il presidente, ha annunciato nelle ultime ore il suo ufficio stampa, “è risultato positivo al Covid-19 al suo ritorno” a Tahiti da Parigi, dove giovedì scorso si è incontrato Emmanuel Macron. Negativo invece il compagno di Fritch che ha accompagnato il presidente 68enne durante il viaggio, che sabato si è sottoposto al test “perché aveva delle linee di febbre e dolori articolari”. Durante il suo soggiorno a Parigi una settimana prima, Fritch ha anche incontrato il premier tra gli altri Jean Castex. Prima della sua partenza per la Francia, Fritch era risultato negativo al coronavirus. L’Eliseo, riportano i media francesi, ha assicurato che durante l’incontro le regole dell’allontanamento sociale sono state “scrupolosamente osservate” e che Macron indossava una maschera.

Il boom del ricovero in Gran Bretagna

Ci sono più pazienti Covid ricoverati negli ospedali britannici ora che a marzo, prima che Boris Johnson annunciasse il blocco generale. Lo ha annunciato il professor Steve Powis, direttore del NHS, il servizio sanitario nazionale britannico, durante una conferenza stampa a Downing Street. Powis ha avvertito che i ricoveri “stanno aumentando molto rapidamente” nelle zone con i più alti livelli di contagio, come il Nordovest, aggiungendo che la diffusione del Covid sta accelerando nel resto del Paese e soprattutto tra gli anziani. , il segmento più vulnerabile della popolazione. Il direttore del NHS ha detto di aspettarsi un ulteriore aumento dei ricoveri ospedalieri, sottolineando che il bilancio delle vittime sarà “troppo alto da sopportare” se le nuove restrizioni governative non avranno un impatto significativo. “Non esiste ancora una cura o un vaccino per Covid-19. Questo purtroppo significa che con l’aumentare del numero di infetti, aumenterà anche il numero di persone che muoiono ed è per questo che il governo sta esaminando quali altre misure potrebbero essere introdotte nelle aree in cui il l’infezione è in aumento “, ha spiegato. .

video

Ultimo aggiornamento: 20:26


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Vanna Piazza

Vanna Piazza

Sono uno specialista della comunicazione online che crede nella creatività e nella passione per il lavoro. Il mio lavoro e i valori della vita sono umiltà e responsabilità. Ho sempre guadagnato la stima dei miei capi, perché sono estremamente concentrato e fortemente determinato a contribuire al successo di qualsiasi ambiente aziendale. Ho trascorso gli ultimi tre anni a perfezionare le mie capacità di scrittura, comunicazione e marketing, in particolare quelle digitali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *