Borsa Italiana, il commento alla seduta odierna (5 novembre 2020)

Nelle ultime quattro sedute il principale indice di Borsa Italiana ha accumulato un progresso complessivo di quasi il 10%. Tenaris registra un balzo del 12,2%

Nel territorio positivo i principali indici di Borsa Italiana e dei principali mercati finanziari europei dopo il rally accumulato nelle tre sedute precedenti: i mercati del Vecchio Continente hanno registrato progresso nell’ordine dell’1-2%. Secondo Pierre Veyret – analista tecnico di ActivTrades – per affrontare l’attuale incertezza, gli investitori si stanno diversificando e scommettendo su settori azionari difensivi, buoni del tesoro e persino mercati crittografici. “Gli operatori seguiranno attentamente il Riunione FOMC prevista per oggi, dove Jerome Powell potrebbe fornire ulteriori indizi sulla politica monetaria della Fed “, ha aggiunto l’esperto.

Alle 13.55 FTSEMib guadagnato l’1,91% a 19.727 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 19.480 punti e un massimo di 19.748 punti nelle ultime quattro sedute, l’indice principale di Borsa Italiana ha accumulato un progresso complessivo di quasi il 10%. Allo stesso tempo il FTSE Italia All Share è aumentato dell’1,86%. Performance positiva anche per il FTSE Italia Mid Cap (+ 1,15%) e per FTSE Italia Star (+ 1,25%).

L ‘Euro ha raggiunto $ 1,185 e $ 1,18, mentre il bitcoin ha raggiunto $ 14.500 (oltre 12.000 euro).

Il diffondere Btp-Bund ridotto a 125 punti.

Idee importanti tra i banchieri.

UniCredit torna in positivo e guadagna lo 0,56% a 7.049 euro, dopo la diffusione di risultati del terzo trimestre 2020. La banca ha chiuso il periodo in esame con ricavi per 4,35 miliardi di euro, in calo del 7,4% rispetto ai 4,7 miliardi ottenuti nello stesso periodo dell’anno precedente, ma in crescita del 4,4% rispetto al trimestre precedente. Il risultato operativo netto è diminuito del 28,9%, da 1,69 miliardi a 1,2 miliardi di euro, per effetto di rettifiche su crediti per circa 741 milioni. Il trimestre si è chiuso con un utile netto di 680 milioni di euro, rispetto a 1,18 miliardi registrati nel terzo trimestre 2019; il risultato netto sottostante è stato positivo per 692 milioni di euro. Secondo le indicazioni di consenso degli analisti pubblicate sul sito di UniCredit, il margine di intermediazione era previsto a 4,21 miliardi di euro (valore mediano), mentre il risultato operativo era stimato a 632 milioni di euro. Il consenso degli analisti indicava un utile netto trimestrale di 300 milioni di euro. A fine settembre 2020 il totale delle attività finanziarie di UniCredit ammontava a 717 miliardi di euro, in crescita del 2,4% rispetto al trimestre precedente. Alla stessa data le esposizioni deteriorate lorde erano diminuite del 21% rispetto all’anno precedente e del 4,1% rispetto al trimestre precedente, scendendo a 22,7 miliardi di euro. Sulla base di questi risultati, il management di UniCredit ha confermato gli obiettivi finanziari per il 2020 e il 2021 e ha ribadito la politica dei dividendi.

Intonazione positiva anche per Banca BPER (+ 0,68% a 1,1145 euro). L’istituto ha comunicato i risultati finanziari dei primi nove mesi del 2020, il periodo si chiude con un utile netto (esclusi i terzi) di 200,62 milioni di euro, in calo del 61,6% rispetto ai 522,93 milioni di euro registrati nei primi tre trimestri dello scorso anno. Oltre ai contributi ai fondi sistemici per 64,7 milioni, l’istituto ha segnalato che alcune poste non ricorrenti, già contabilizzate nel primo semestre, quali rettifiche aggiuntive su crediti per oltre 90 milioni relative al peggioramento del contesto macroeconomico causato dal emergenza sanitaria e altri oneri straordinari per un importo complessivo di circa 36 milioni. Inoltre, nel bilancio 2019 era presente una voce straordinaria di 353,81 milioni di euro relativa all’avviamento negativo. In forte miglioramento, invece, il risultato operativo, passato da 572 milioni a 662,61 milioni di euro (+ 15,8%), mentre il risultato operativo è cresciuto del 13,4% a 1,86 miliardi, a seguito del balzo delle commissioni nette (+ 18,1% a 774,82 milioni). A fine settembre 2020 i crediti deteriorati netti (sofferenze, inadempienze probabili e scaduti) ammontano a 2,5 miliardi di euro, in calo del 17,2% rispetto a fine 2019. Il management di BPER Banca confida di poter continuare ad esprimere una buona marginalità dei ricavi tradizionali, soprattutto in riferimento al margine di interesse che dovrebbe beneficiare sia dell’incremento degli impieghi sia della riduzione del costo della raccolta. Allo stesso tempo, i costi di gestione dovrebbero diminuire gradualmente. Tali elementi, pur in presenza di un costo del credito prudentemente stimato in area 100-110 basis points, dovrebbero contribuire a sostenere la redditività dell’esercizio in corso.

Tenaris ha registrato un balzo del 12,2% a 4.994 euro, dopo uno stop dovuto ad un eccesso del rialzo a inizio giornata. La società ha rilasciato i risultati finanziari dei primi nove mesi del 2020 e del terzo trimestre del 2020. I numeri hanno confermato il peggioramento delle principali voci di conto economico, per effetto della contrazione dell’attività di perforazione, a seguito delle misure adottate per contrastare la pandemia dovuta al Covid-19. Tuttavia, Tenaris stima una graduale ripresa dei ricavi e dei margini (esclusi eventuali accantonamenti straordinari) tra il quarto trimestre del 2020 e il 2021; inoltre, il management prevede di mantenere una generazione di cassa positiva dalle attività operative. Sulla base dei risultati trimestrali, il management di Tenaris ha proposto la distribuzione di un acconto sul dividendo 2021 (relativo al 2020) di 0,07 dollari per azione, per un importo complessivo di 83 milioni di dollari.

La corsa non si ferma Ferrari, che guadagna l’1,77% a 175,2 euro, dopo aver fissato il nuovo massimo storico a 177,8 €.

STM (+ 3,15%) si allinea al trend positivo e ai titoli del settore tecnologico.


Angelo Narcisi

Angelo Narcisi

Multilingue e multitasker. Amante Agile. Giocoliere digitale. Giocatore di squadra. Completamente impegnato con il re (contenuto). Felice musicista e viaggiatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *