Borsa Italiana, il commento alla seduta odierna (3 novembre 2020)

L’attenzione degli operatori è rivolta agli Stati Uniti, nel giorno delle elezioni presidenziali. Seduta nervosa per MPS. Saipem continua a crescere fortemente

I principali indici di Borsa Italiana e dei principali mercati finanziari europei progresso nell’ordine del 2%, replicando le prestazioni della sessione precedente. L’attenzione degli operatori è rivolta agli Stati Uniti, nel giorno delle elezioni presidenziali. Pierre Veyret – analista tecnico di ActivTrades – ha riferito che, nonostante i bruschi movimenti dei prezzi intorno ai principali livelli di supporto, Gli investitori si aspettano una maggiore volatilità con l’avvicinarsi di mercoledì mattina, quando dovrebbero essere disponibili i primi indizi sull’esito della votazione. “Il rimbalzo sui mercati azionari potrebbe anche essere un segnale che gli investitori, dopo aver anticipato le ultime misure di lockdown in Europa, stanno già includendo la fine della crisi nel prezzo, proprio come era accaduto a fine marzo”, ha evidenziato l’esperto . , secondo cui la svendita della scorsa settimana ha reso i prezzi delle azioni molto più interessanti per un investitore che già guarda alla ripresa. “Tuttavia, questa posizione potrebbe essere disturbata da altri eventi di questa settimana, come la prossima mossa di politica monetaria della Fed giovedì e i dati sull’occupazione USA venerdì”, ha avvertito Pierre Veyret.

Alle 14.10 il FTSEMib è cresciuto dell’1,97% a 18.762 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 18.508 punti e un massimo di 18.862 punti. Allo stesso tempo il FTSE Italia All Share guadagnato l’1,85%. Segno più anche il FTSE Italia Mid Cap (+ 0,93%) e il FTSE Italia Star (+ 1,36%).

L ‘Euro ha superato $ 1,17, mentre il bitcoin si attesta a $ 13.500 (circa 11.500 euro).

Il diffondere Btp-Bund è sceso sotto i 135 punti.

Ottima performance per i titoli del settore bancario. Il comparto ha inoltre beneficiato dell’eccellente rapporto trimestrale di BNP Paribas, migliore delle aspettative degli analisti.

L’eccezione è Monte dei Paschi di Siena, dopo il forte rialzo registrato il giorno precedente. Il titolo registra un calo dello 0,54% a 1.114 euro. I principali quotidiani riportano che i risultati trimestrali dell’Istituto senese, che uscirà il 5 novembre, daranno indicazioni più chiare sul bilancio della banca; non è esclusa la necessità di procedere ad un nuovo aumento di capitale.

Gli aumenti di Banca BPER (+ 2,94%) e Intesa Sanpaolo (+ 3,08%).

Ancora in forte aumento Saipem (+ 3,94% a 1,6865 euro). Gli analisti di Goldman Sachs hanno migliorato il loro giudizio sulla società dell’impianto e ora raccomandano l’acquisto delle azioni, sulla base di un prezzo obiettivo di 2,4 euro.

Fiat Chrysler Automobiles guadagna lo 0,96% a 10.968 euro. Forte crescita delle immatricolazioni di auto in Italia per il gruppo automobilistico a ottobre. Secondo quanto riportato dall’agenzia Reuters ad ottobre, le immatricolazioni in FCA sono state di circa 38mila unità, in aumento del 12,6% rispetto allo stesso mese del 2019. Di conseguenza, la quota di mercato di Fiat Chrysler Automobiles in Italia si è attestata al 24,2%. FCA ha fatto meglio del mercato: nel mese di ottobre sono state immatricolate in Italia 157mila auto, lo 0,2% in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Ferrari balza del 3,4% a 162,55 euro. Il Cavallino Rampante ha comunicato i risultati dei primi nove mesi del 2020, periodo che si è chiuso con ricavi e redditività in forte calo per la sospensione sia della produzione che della distribuzione a causa della pandemia di Covid-19 nella prima parte dell’anno. Tuttavia, i risultati del solo terzo trimestre hanno mostrato un miglioramento della redditività; conseguentemente, il management ha rivisto le indicazioni di redditività comunicate il 3 agosto intorno al limite massimo, fermo restando che le operazioni non risentono di ulteriori vincoli dovuti alla pandemia Covid-19.

Ad AIM Italia esordio brillante per OSAI Automation System. Il titolo ha registrato un balzo del 37,3% a 2,06 euro, dopo essere stato sospeso per eccesso di rialzo per buona parte della mattinata. Le azioni OSAI Automation System sono state collocate a 1,5 euro.


Angelo Narcisi

Angelo Narcisi

Multilingue e multitasker. Amante Agile. Giocoliere digitale. Giocatore di squadra. Completamente impegnato con il re (contenuto). Felice musicista e viaggiatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *