Borsa Italiana, il commento alla seduta odierna (29 ottobre 2020)

La banca centrale ha confermato i tassi di interesse. Ora i riflettori si sono spostati sulla conferenza stampa di Christine Lagarde. Sessione nervosa per banchieri

I principali indici di Borsa Italiana e dei principali mercati finanziari europei si confermano in territorio negativo anche dopo le indicazioni della Bce. La banca centrale ha confermato i tassi di interesse: il tasso di riferimento rimane fermo a zero mentre quello sui depositi è negativo e pari a -0,5%. La banca centrale ha ribadito che i tassi rimarranno a questi livelli almeno fino a quando l’inflazione non converge in modo robusto vicino ma al di sotto del 2%. Ora i riflettori si sono spostati sulla conferenza stampa di Christine Lagarde.

Alle 13.55 il FTSEMib è sceso dello 0,67% a 17.779 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 17.702 punti e un massimo di 18.082 punti. Allo stesso tempo il FTSE Italia All Share ha perso lo 0,64%. Variazioni frazionarie per FTSE Italia Mid Cap (-0,75%) e per FTSE Italia Star (+ 0,32%).

L ‘Euro è sceso a $ 1,17, mentre il bitcoin si conferma oltre i 13.000 dollari (poco più di 11.000 euro).

Il diffondere Btp-Bund si è ridotta a 135 punti dopo l’asta della terza tranche del BTP in scadenza nell’aprile 2031: il rendimento del titolo è stato fissato allo 0,79%.

I titoli del settore bancario sono sotto i riflettori, dopo i forti cali registrati nelle ultime sedute.

Banca BPER sull’altalena, dopo aver lasciato a terra circa il 14% nelle tre sedute precedenti. Il titolo registra un calo dell’1,59% a 1,02 euro. L’istituto ha comunicato che l’aumento di capitale sociale si è concluso con l’integrale sottoscrizione delle azioni offerte per un importo di 802 milioni di euro.

Peggiore performance per il BancoBPM (-3,07% a 1.502 euro).

Atlantia scende dell’1,93% a 12.945 euro. In data 15 gennaio 2021 il consiglio di amministrazione della holding di infrastrutture ha deliberato di riconvocare l’assemblea dei soci convocata per l’approvazione della scissione parziale proporzionale di Atlantia a favore della società interamente controllata Autostrade Concessioni e Costruzioni, al fine di la questione con tutta la consapevolezza necessaria. Inoltre, con riferimento alla nuova offerta preliminare di acquisto dell’intera quota dell’88% detenuta in Autostrade per l’Italia presentata da CDP Equity, The Blackstone Group International Partners e Macquarie Infrastructure and Real Assets, Atlantia ha valutato le relative condizioni economiche e le condizioni ancora non conformi e non idonee a garantire un adeguato valore di mercato dell’investimento. L’offerta è priva degli elementi necessari per concedere un periodo di esclusiva agli offerenti.

Danieli & C registra un calo del 3,79% a 12,2 euro. L’assemblea speciale degli azionisti di risparmio non ha approvato la delibera relativa alla conversione obbligatoria dei azioni di risparmio (-10,1% a 7,55 euro) in azioni ordinarie. Conseguentemente, la conversione obbligatoria di Danieli & C. il dividendo straordinario di 1,2 euro non avverrà in azioni ordinarie, né sarà pagato.

Giornata decisamente brutta per il Juventus FC (-3,15%). La Juventus è stata sconfitta per 2-0 dal Barcellona nella seconda partita dei gironi di Champions League.


Angelo Narcisi

Angelo Narcisi

Multilingue e multitasker. Amante Agile. Giocoliere digitale. Giocatore di squadra. Completamente impegnato con il re (contenuto). Felice musicista e viaggiatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *