Borsa Italiana, il commento alla seduta odierna (16 ottobre 2020)

In evidenza i banchieri, dove spicca l’ascesa di BPER Banca. Leonardo ha invertito una rotta particolarmente negativa all’inizio della seduta. Prestazioni eccellenti per STM

Si confermano in territorio positivo i principali indici di Borsa Italiana e dei principali mercati finanziari europei. A Milano occhi puntati su banche e Atlantia. In ripresa Leonardo. Secondo Hans-Jörg Naumer – Director Global Capital Markets & Thematic Research di Allianz Global Investors – l’ambiente tecnico appare calmo e non ci sono pressioni di vendita immediate. Inoltre, l’esperto riferisce che gli indici di forza relativa sono in un intervallo neutro. “Le banche centrali continuano ad espandere i bilanci e fornire abbondante liquidità, e gli indicatori di stress nel sistema finanziario mostrano un quadro rassicurante”, ha aggiunto Hans-Jörg Naumer. Di conseguenza, sulla base di questo scenario, l’esperto lo ritiene la direzione più facile per i mercati sembra essere quella al rialzo. Tuttavia, “in ogni caso, nel contesto attuale non possiamo escludere possibili sorprese”, ha avvertito Hans-Jörg Naumer.

Alle 14.10 il FTSEMib è cresciuto dello 0,66% a 19.191 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 19.037 punti e un massimo di 19.265 punti. Allo stesso tempo il FTSE Italia All Share è aumentato dello 0,56%. Segno più per il FTSE Italia Mid Cap (+ 0,34%) e per FTSE Italia Star (+ 0,81%).

A Milano in territorio misto i banchieri.

BancoBPM sale dello 0,93% a 1,6255 euro. Dopo le indiscrezioni delle scorse ore, legate alla firma di un accordo con Credit Agricole per una potenziale aggregazione con la divisione italiana della banca francese, il quotidiano La Repubblica ha rilanciato l’ipotesi di aggregazione per la banca guidata da Giuseppe Castagna . Secondo il quotidiano le opzioni sarebbero, oltre alla pista transalpina, quelle che portano a UniCredit (-0,85%) oa Banca BPER (+ 5,22%).

Piccola mossa Intesa Sanpaolo (-0,09%).

Ha invertito una rotta particolarmente negativa Leonardo (+ 0,49%). Il titolo era calato, ad inizio giornata, per le possibili implicazioni che la recente condanna dell’attuale numero uno, Alessandro Profumo, potrebbe avere sulla governance del gruppo, nell’ambito di un processo relativo a un precedente incarico in Monte dei Paschi di Siena. In relazione a tale notizia, Leonardo ha precisato che non sussistono cause di decadenza di Alessandro Profumo dalla carica di Amministratore Delegato della società ed ha espresso piena fiducia nella sua azione, auspicando un percorso di continuità.

In territorio positivo Atlantia (+ 0,75%). Secondo quanto riferito dal Sole24Ore, Cassa depositi e prestiti sta formulando un’offerta per l’88% del capitale di Autostrade per l’Italia da presentare alla holding entro il 19 ottobre, data in cui è fissata l’assemblea della controllata.

Prestazioni eccellenti per STM (+ 1,55%). Il gruppo di chip ha annunciato nelle scorse ore, senza rivelare i termini della transazione, l’acquisizione e l’integrazione degli asset di SOMOS Semiconductor, azienda di semiconduttori fabless fondata nel 2018 e specializzata in amplificatori di potenza e moduli a base di silicio. fine (FEM). Con questa acquisizione, l’azienda rafforza il suo staff di specialisti, proprietà intellettuale e roadmap dei moduli front-end per i mercati IoT e 5G.

Tra i titoli a minore capitalizzazione in calo Italian Exhibition Group (-0,44%). Il gruppo leader in Italia nell’organizzazione di fiere di settore ha siglato con Bologna Fiere un accordo non vincolante per un’operazione di pari integrazione. L’operazione è finalizzata a creare il principale operatore italiano nel settore fieristico.


Angelo Narcisi

Angelo Narcisi

Multilingue e multitasker. Amante Agile. Giocoliere digitale. Giocatore di squadra. Completamente impegnato con il re (contenuto). Felice musicista e viaggiatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *