Boom del PIL USA nel terzo trimestre, + 33,1%

AGI – Nel terzo trimestre dell’anno il PIL statunitense è balzato del 33,1% sopra le attese degli analisti che avevano previsto un + 31%. Nel secondo trimestre, il PIL è crollato del 31,4%. Si tratta della più grande espansione di sempre e segue il crollo del periodo aprile-giugno in cui l’economia americana è stata colpita dalla pandemia con molte attività chiuse e molte persone costrette a restare a casa.

Ma buone notizie per gli States arrivano anche nel campo del lavoro: i sussidi di disoccupazione settimanali negli USA restano al di sotto di 800.000 unità e superano le aspettative. Si sono attestati a 751.000, in calo rispetto ai 791.000 della settimana precedente (rivisti rispetto ai 787.000 iniziali) e più del previsto, che stimava un calo a 775.000 unità. Questa è la cifra migliore dall’inizio della crisi.

Dopo i dati su PIL e sussidi, i futures di Wall Street girano e diventano positivi. Quelli sul Dow Jones guadagnano lo 0,24%, sull’S & P 500 dello 0,34% e infine sul Nasdaq avanzano dello 0,74%.

Barbara Matro

Barbara Matro

Linguista esperto e professionista della comunicazione con esperienza pluriennale lavorando su progetti di copywriting, transcreation, implementazione creativa e localizzazione per una vasta gamma di clienti e agenzie globali. Pensatore creativo, creativo e comprovata esperienza di lavoro sotto pressione con scadenze strette per soddisfare le aspettative del cliente e superarle. Spinto dallo spirito imprenditoriale, dallo scopo e dalla mentalità creativa per anticipare le esigenze del cliente e elaborare strategie personalizzate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *