GOLSHIFTEH-FARHANI-ALLA-FOSSA-DELLE-FELCI-DI-SALINA-SDF- foto di Luigi Pavesi

SalinaDocFest: al via il bando per la XIV edizione sul tema “giovani”

SalinaDocFest, il Festival internazionale del documentario narrativo fondato e diretto daGiovanna Taviani, lancia il bando di Concorso della XIV edizione. Il Comitato di Selezionediretto da Enrico Magrelli, avrà il compito di individuare i migliori documentari realizzati dal 1° ottobre 2019 in poi, da proporre alla giuria internazionale. La scadenza per partecipare è il 30 giugno 2020.

Il festival annuncia anche il tema scelto per la XIV edizione. A Salina si parlerà di “Giovani”. Il nostro Paese sta assistendo a un forte risveglio sociale e culturale della fascia under 30, che sta riportando al centro del dibattito politico la difesa della cultura, del linguaggio e dei valori della nostra costituzione. Con loro l’Italia sembra stia rivivendo una sorta di “età giovane”, in memoria di quello che fu e di quello che potrebbe tornare ad essere.

Il tema prende ispirazione da questa speranza e dal film “L’età giovane” di Jean Pierre e Luc Dardenne, presentato all’ultima Festa del Cinema di Roma. Un modo per guardare con ottimismo al futuro. Due cineasti che per il Festival rappresentano un punto di partenza imprescindibile. Un tema che guiderà il comitato di selezione e i partecipanti e permetterà loro di incontrare grandi nomi del cinema del reale e non solo a Salina.

«Fare un concorso competitivo con una giuria internazionale e un comitato di selezione che lavora tutto l’anno – spiega Giovanna Taviani ci ha permesso di identificarci da subito come Festival e non come semplice ‘rassegna’ e di allestire una vera e propria “officina del documentario” per rilanciare un genere che nei primi anni del nostro millennio sembrava caduto in penombra. Fin dal primo anno abbiamo deciso di porre dei criteri precisi per il Bando di Concorso: l’anno di uscita, la non diffusione in sala o nei circuiti televisivi, per dare visibilità a film che altrimenti non sarebbero conosciuti dal grande pubblico, ma anche la durata dei film. Scegliamo lungometraggi e soprattutto è importante avere a mente il tema».

 

Ai giovani sarà quindi dedicata la XIV edizione del SalinaDocFest, che quest’anno, in collaborazione con Palumbo Editore, il CidiPalermo (Centro di Iniziativa Democratica degli Insegnanti) e per la prima volta il Liceo Classico Maria Adelaide di Palermo, porterà al Festival gli studenti delle scuole medie superiori in un campus estivo, presso una delle strutture ricettive dell’isola, insieme agli studenti delle scuole di Lipari e delle Università di Messina, Catania e Palermo per assistere agli incontri della kermesse.

Il SalinaDocFest, da sempre fortemente radicato sul territorio, vedrà coinvolte nella programmazione le aziende vinicole dell’isola, prima fra tutte Tasca d’Almerita, vincitrice del prestigioso European Winery of the Year 2019, che ogni anno assegna il prestigioso Premio Tasca d’Oro al Miglior Documentario del concorso. Tra le giovani eccellenze dell’isola ricordiamo anche la chef stellata Martina Caruso dell’Hotel Signum, sponsor del Premio del Pubblico.

Come testimonia anche il tema del concorso della scorsa edizione, dedicato alle «(R)esistenze», che aveva visto trionfare il film di Beniamino Barrese “La scomparsa di mia madre”, in questi 13 anni il SalinaDocFest ha raccontato il presente e lo ha fatto, pur nella varietà degli stili e dei linguaggi, con uno sguardo comune.

 

«Uno sguardo – spiega ancora Giovanna Taviani – che oggi è entrato a far parte dell’archivio del SDF, come patrimonio comune da divulgare e tramandare ai posteri. In fondo, come diceva Zavattini, il cinema del reale pedina la realtà e la trasfigura consegnandola a nuovi orizzonti».

 

Il regolamento e il modulo di partecipazione alla selezione del festival sono visibili nello spazio dedicato sulla homepage del sito ufficiale del festival www.salinadocfest.it.

 

Il SalinaDocFest – diretto da Giovanna Taviani, che vede la co-direzione artistica di Mario Incudine per la sezione Musica e Spettacoli è entrato nel 2011 nel Calendario dei Grandi Eventi della Regione Sicilia con il sostegno di contributi da parte del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo – MIBACT, dalla Regione Siciliana – Dipartimento Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo Servizio 10 – Programmazione e attuazione degli interventi in materia di cinema e audiovisivo e della SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori.

Il Festival vanta nel Comitato d’Onore: Romano Luperini, Giorgio e Mario Palumbo (G.B. Palumbo Editore), Paolo Taviani, Bruno Torri (SNCCI – Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani) e Emanuele Zinato (Università degli Studi di Padova).

 

 

Share with:

FacebookTwitterGoogleTumblrPinterest