PopoloStruzzo

Il Popolo Struzzo, il nuovo monologo dell’attore Massimo Sconci.

Se ne parla continuamente di Democrazia. Non si fa nulla per comprenderla. E’ divenuta una parola generica, il cui valore viene sempre più spesso mistificato.
Democratico è un mondo in cui le parole coincidono coi fatti, in cui il singolo partecipa in gruppo alle sorti del Paese. Così come, ricordiamocelo, un leader democratico è colui che non teme il confronto né il consiglio di chi lo ha chiamato a gestire il suo Paese.
Per questa serie di motivi, di fatti, tutto ciò rimane solo e soltanto un segno astratto. Da sempre, più si sprecano parole a caso su un concetto basilare, più il valore e il significato stesso del concetto viene avvilito.

Vuol dire che si è riusciti ad annullare non tanto una semplice parola, quanto una dinamica. Politica, sociale ed economica.

E’ questo lo spunto dal quale sono partito per poter esprimere il mio pensiero, sperando che possa anche essere ascoltato e condiviso da tanti altri. Da sempre, non c’è modo migliore per trasmettere un significato che immedesimarsi nel mondo infantile, e spiegarlo come se gli uditori avessero poco più di due anni in termini di metafore.

Spero che alla luce (o al buio) di questo mio ultimo breve monologo, i cittadini trovino una piccola soluzione per dormire sonni più tranquilli, senza aver paura di quel mostro nell’armadio chiamato Dittatura, che potrebbe sempre regalare un brutto risveglio per il giorno dopo.

Share with:

FacebookTwitterGoogleTumblrPinterest