The Zen Circus_Color Fest

Color Fest 2018, oltre 5000 presenze in due giorni

Strepitoso successo per la VI edizione di Color Fest, festival promosso dall’Associazione Culturale “Che cosa sono le Nuvole”, che registra numeri da capogiro, nella doppia giornata presso la Giurranda nel cuore di Platania (Cz). 

5000 persone hanno raggiunto la nuova e bellissima location completamente immersa nel verde, scelta per ospitare il meglio della musica italiana in circolazione, dimostrando immensa partecipazione ed estrema curiosità per un festival che ha saputo guadagnarsi la stima degli addetti ai lavori, il plauso della critica specializzata che lo ha ampiamente segnalato fra le migliori rassegne in circolazione in Italia e soprattutto l’affetto del pubblico, che ha ripagato con una presenza importante, l’impegno e la fatica del team composto da un nutrito e preparato gruppo di ragazzi/e guidati dal Direttore Artistico Mirko Perri, durante questi mesi impegnativi.

Due giorni ricchissimi:  live che dal tramonto si sono susseguiti incessantemente, reading, showcase, dj set. 

La prima giornata è stata all’insegna del cantautorato sentimentale di Galeffi, la next big thing della musica alternativa italiana: il duo Coma Cose, lo spettacolo unico nel suo genere di Iosonouncane e Paolo Angeli, la penna ironica e dissacrante di uno dei nomi della nuova scena hip hop italiana Willie Peyote. 

Chiusura assolutamente esplosiva con la trasgressiva e poetica Donatella Rettore, il live dinamitardo dei The Zen Circus e il dj set freschissimo di Dj Ango Unchained.

Ad aprire la seconda giornata l’ottimo set di Nimby e Cimini, il cantautorato delicato e al femminile di Nel Giardino, le suggestioni del reading di Quello Sporco Duo.

La pista si scalda con l’energia di Clap!Clap!, seguita dall’alternative rock da garanzia dei Sick Tamburo e dalla potenza sonora dei Bud Spencer Blues Explosion.

In chiusura una delle rivelazioni della musica italiana di questo ultimo anno: Frah Quintale, il party itinerante di COSMO e l’energia del dj set di PSNZZT.

Il bilancio è oltremodo positivo e l’appuntamento è già fissato all’anno prossimo, per rinnovare qualità e magia in una nuova edizione della kermesse, che anche in questo 2018 è riuscita ad attestarsi come uno dei migliori festival in circolazione nel Sud Italia.

Share with:

FacebookTwitterGoogleTumblrPinterest