36228730_10216040117700551_7386285112695980032_n

Arti e Mestieri 2.0, il futuro nelle mani di artisti e creativi

Sono nato al Roma ma vivo e lavoro al “Sud” da un anno; in Calabria, per l’esatezza. L’opinione di massa, quando si parla di Sud,  è che ogni tipo di pretesa culturale e/o individuale si scontri con la realtà del piccolo centro. Oltre-Pollino sono tutti convinti che la Calabria sia  un angolo di Terra remoto, svantaggiato un po’ in ritardo su tutto, e sommariamente ininfluente. In parte è vero, la provincia calabrese non corrisponde esattamente al Sud delle “grandi capitali culturali”, tipo Bari, Napoli, Palermo, Lecce, Catania. Ma è altrettanto vero che la Calabria è piena zeppa, oltre che di sagre, di eventi culturali e persino festival musicali a cui suoneranno musicisti veri e non vecchi rincoglioniti. Cosenza è la sede dell’Università della Calabria, una delle province più vaste d’Italia e ha un abitato urbano che supera le 100mila persone: ha quasi sempre ospitato un indotto di sottoculture giovanili e artistiche quantomeno stimolante. Proprio in questa città con una squadra di nuovo in Serie B ho deciso di dedicare tutto il fine settimana al Festivàl Arti e Mestieri, il festival indipendente con uno sguardo innovativo sulla creatività contemporanea organizzato dalle associazioni Venti e Rigenerazione e da giovani dispensatori di cultura. 

Venerdì

Appena arrivato nella bellissima quanto a me alienissima cornice di Villa Rendano, dove si svolge il Festival giunto quest’anno alla seconda edizione, resto affascinato e colpito dal gigante di cartone di Massimo Sirelli realizzato in collaborazione con Italbox Scatolificio srl. Massimo è artista e creative director catanzarese curioso, eclettico e poliedrico. Proseguendo comincio a scambiare quattro chiacchiere con i ragazzi di Looking for art, il cui progetto ha lo scopo di portare l’arte fuori dai soliti luoghi istituzionali al fine di stimolare la crescita di creativi in erba proponendo loro percorsi di formazione e occasioni espositive. Nei suoi 24 mesi di vita il progetto si è mostrato alla città di Milano con esibizioni ed eventi che hanno visto la partecipazione di oltre duecento artisti tra i 18 e i 30 anni e più di 80 performance sul territorio. Riusciamo a bere un caffè insieme ai fumettisti e illustratori presenti: i ragazzi del collettivo Rainbow ci mostrano i loro lavori. Nato nel 2014 Rainbow è un collettivo di 9 Autori (Illustratori, Fumettisti, Scrittori, Pittori), molto differenti per stile, esperienze e ispirazione, elementi che li rendono duttili e al tempo stesso complementari.

35118941_10216029279949614_3062609671173963776_n
Martina Le Fosse, in arte Lefò, illustratrice
36087999_10216029279989615_4128071189069299712_n
Mimito, Sorrydista

Mi fermo a guardare silenziosamente le opere di Martina Le Fosse in arte Lefò, cosentina classe 1990, che studia all’Accademia di Belle Arti di Napoli e quelle di Ivan  Pezzullo.  Tra un espositore e l’altro c’è spazio per le incursioni di “Mimito”, artista d strada che svolge l’attività di Sorrydista (provocatore di sorrisi). “Mentre per quelli che sorridere è uno spreco d’energia e mancanza di serietà per il progresso chiedo scusa se li faccio ridere comunque”, ci racconta mentre proviamo scattargli un ritratto con la nostra reflex.

Ad Arti e Mestieri hanno organizzato anche un workshop dal titolo “Fotografia e luce” con Federico Losito, fotografo professionista e docente delle tecnologie della stampa digitale presso l’Accademia delle Belle Arti dell’Aquila. Non vogliamo perderci l’appuntamento. Federico condivide con noi passioni, progetti e la sua storia: il suo lavoro coniuga tecnica a ricerca, sposa il tema del riciclo, dell´abbandono. Attraverso le sue opere i valori scomparsi vengono recuperati grazie ai ricordi e la storia riesumata. Ci divertiamo e discutiamo di profilazione colore e sistemi di stampa digitale. Poi passiamo le ore successive fotografare, regolando esposizione e messa a fuoco. “Dovreste pensare sempre di avere un numero limitato di scatti a disposizione. Scattare tante foto a caso ti porta lontano dall’arte.” Ci dice Federico mentre ci sbizzarriamo a orientare i nostri flash in modo da valorizzare sia il soggetto che lo sfondo. Tra i “luoghi vari” della rassegna ci sono alcune onorevoli chicche che gli organizzatori sono riusciti a ottenere per dare un contorno esperienziale completo agli artisti che propongono, tra cui una live dance performance della ContinuityFluid Performers sulla sinuosità dei corpi che compiono gesti magici per raggiungere la perfezione e un action painting concert “Onde Sonore su Tela” una pittura in estemporanea dell’arrtista Valentina Aloe sulle note di “Mondi Interni”, album d’esordio del chitarrista e compositore Daniele Fabio.

36228730_10216040117700551_7386285112695980032_n
ContinuityFluid Performers

Senza esitazione, sebbene un po’ provato, vado a conservarmi.

Share with:

FacebookTwitterGoogleTumblrPinterest