LA GUARIMBA 2018 official poster.png

La Guarimba International Film Festival: annunciata la selezione ufficiale

La Guarimba International Film Festival torna quest’anno con la sua VI edizione, in programma dal 7 all’11 Agosto nello splendido borgo di Amantea (CS).
Un progetto in crescita continua, che ogni anno ospita première internazionali importanti e una notevole selezione in cui concorrono lavori provenienti da tutto il mondo che si contendono un riconoscimento nelle quattro sezioni in concorso al Festival: fiction, animazione, documentario e videoclip musicale.
La rassegna approfondirà quest’anno una tematica fortemente attuale: il modo in cui la tecnologia e le piattaforme social come Instagram, Snapchat e YouTube, hanno inciso e modificato le forme di narrazione cinematografica.
Oltre 1500 i lavori pervenuti in questa VI edizione, una assoluta ricchezza espressiva proveniente da tutti i continenti, che attesta la riconoscibilità e il carattere fortemente internazionale del Festival.
Annunciati i finalisti di questa edizione 2018.
53 cortometraggi arrivano alla competizione ufficiale nelle quattro categorie in concorso: Fiction, Documentario, Animazione e Videoclip Musicale, per un totale di 29 nazioni rappresentate.
Ecco la selezione ufficiale:
FICTION:
MAY DAY di Olivier Magis & Fedrik De Beul (Belgio)
EL GRAN LIBANO di Mounia Akl & Neto Villalobos (Libano)
THE HUNGER di Kenneth Karlstad (Norvegia)
AS LONG AS IT TAKES di Abeille Tard (Canada)
CONTRACTOR 014352 di Simon Ryninks (Regno Unito)
MATRIA di Álvaro Gago (Spagna)
SALVATION di Thora Hilmarsdottir (Islanda)
BOLBOL di Khedija Lemkecher (Tunisia)
MANEKI NEKO di Manolis Mavris (Grecia)
NOT YET di Arian Vazirdaftair (Iran)
THE PLUMBER di Méryl Fortunat-Rossi & Xavier Séron (Belgio)
HARBOUR di Stefanie Kolk (Netherlands)
DA LOST BOYZ di Julia Chapot (Francia)
BLUE CHRISTMAS di Charlotte Wells (Regno Unito)
SAINT HUBERT di Jules Comes (Belgio)
BOTANICA di Noel Loozen (Paesi Bassi)
SODOM’S CAT di HUANG Ting-Chun (Taiwan)
THE BEEP TEST di Maxime Aubert (Canada)
THE FIX di Edward Jack (Stati Uniti)
MUM, I’M BACK di Dimitris Katsimiris (Grecia)
WIBBLE WOBBLE di Daphne Do (Australia)
Mathilde 326 di Jean-Sébastien Bernard (Francia)
WREN BOYS di Harry Lighton (Regno Unito)
MAGIC ALPS di Marco Scotuzzi & Andrea Brusa (Italia)
MARMATUILE di Alejandro Saevich (Messico)

ANIMAZIONE:
LINK di Robert Loebel (Germania)
WILDEERBEST di Nicolas Keppens & Matthias Phlips (Belgio)
DRUSH di Nils Janssens (Belgio)
THE JUNCTION di Patrick Doyon (Canada)
AFTERWORK di Luis Uson & Andrés Aguilar (Ecuador)
GOING APE di Nicolas Lesaffre & Charles Blanchard (Francia)
NEGATIVE SPACE di Max Porter & Ru Kuwahata (Francia)
EDEN di Julie Caty (Francia)
GRANDPA WALRUS di Lucrèce Andreae (Francia)
VOLCANO ISLAND di Anna Katalin Lovrity (Ungheria)
A LOVE LETTER TO THE ONE I MADE UP di Rachel Gutgarts (Israele)
DANDELION di Elisa Talentino (Italia)
FOREIGN BODY di Marta Magnuska (Polonia)
THE BLISSFUL ACCIDENTAL DEATH di Sergiu Negulici (Romania)
BARBEQUE di Jenny Jokela (Regno Unito)
BLACK DOG di Joshua Tuthill (Stati Uniti)
AIRPORT di Michaela Müller (Croazia)
MERMAIDS AND RHINOS di Viktoria Traub (Ungheria)
COYOTE di Lorenz Wunderle (Svizzera)
RUN ROSTAM RUN di Hossein Molayemi (Iran)

DOCUMENTARIO:
PHARMAKOS di Laura Vandewynckel (Belgio)
REWIND FORWARD di Justin Stoneham (Svizzera)
TRAHERE di Juš Jeraj & Atila Urbančič (Slovenia)
THE GOOD EDUCATION di Gu Yu (Francia)
SHERRY di Eliane Lima (Stati Uniti)
THE DAY OF THE WALL di Daniele Greco (Italia)
KRIS BRONZE di Larry Machado (Brasile)
SOUKEINA, 4400 DAYS OF NIGHT di Laura Sipán (Spagna)
PALENQUE di Sebastián Pistón Silva (Colombia)
MEDULLA OBLONGATA di Roberto Nascimiento (Nuova Zelanda)

VIDEOCLIP:
OLY. – GROWING YOUNG di Katarzyna Sawicka (Polonia)
SOLICITOUS di Zuzanna Plisz (Polonia)
DOLLY.ZERO di Ugo Bienvenu (Francia)
NIGHTMARES ON WAX – BACK TO NATURE di João Pombeiro (Portogallo)
CLARK – PEAK MAGNETIC di Sander Houtkruijer (Regno Unito)
LIFJ di Thomas Bos (Olanda)
SON di Philippe Grenier (Canada)
MYNTH – SMOG di Rupert Höller (Austria)

Fuori concorso si aggiunge quest’anno INSOMNIA una nuova sezione attraversata dalla completa libertà espressiva e senza regola alcuna, nata con l’obiettivo di scoprire nuovi immaginari legati al mondo del cinema e delle arti visive, un contenitore aperto a linguaggi inediti, nuove tecniche narrative e alle infinite modalità del mezzo filmico.
La prima edizione di INSOMNIA si svolgerà l’8 agosto alle 3 del mattino sulla riva del mare di Amantea (CS) e proietterà 5 opere internazionali: la rivisitazione di una corrida attraverso la bellezza della violenza “Artemis and Death” di Julien Bouthillier, il fim porno femminista “DON’T CALL ME A DICK” di Olympe De G., la storia intimista giapponese/spagnola di “HOISSURU” di Armand Rovira, il realismo magico colombiano di “THE JUNGLE KNOWS YOU BETTER THAN YOU DO” di Juanita Onzaga, la poetica di Wenhua Shi con “SENSE OF TIME”.

Infine sempre fuori concorso KARMALA sezione dedicata al cinema africano e VIMEO STAFF PICK VIDEO una selezione che rinnova il partneriato fra Vimeo e Guarimba e LA GROTTA DEI PICCOLI, uno spazio di cinema per bambini all’interno de La Guarimba in collaborazione con UNICEF Italia, che allieterà i più piccoli per tutta la durata del festival.
Alla selezione finale si unisce l’annuncio dei primi attesissimi ospiti confermati del festival: il regista francese  Vincent Moon e Facebook, Soundreef e Vimeo.
Vincent Moon è un regista francese di videoclip, cinema sperimentale e documentario. 
A metà anni 2000 è stato tra i fondatori de La Blogoteque, sito che attraverso i suoi format come “A Take Away Show” ha rivoluzionato linguaggio, stile e racconto della musica dal vivo. La curiosità di esplorare da vicino le culture e i suoni del mondo lo ha portato nel corso degli anni a registrare e filmare una quantità innumerevole di musica tradizionale e riti religiosi, tutti pubblicati tramite il suo sito e la sua etichetta Petit Planetes. Il suo lavoro più recente, “HÍBRIDOS”, è una ricerca di immagini, suoni e riti in Brasile. 
Per La Guarimba Moon realizzerà un lavoro di ricerca audiovisiva sulla musica popolare e i riti in Calabria che sarà proiettato in anteprima mondiale l’11 agosto.
Dichiara il regista a tal proposito: “A La Guarimba io e Priscilla Telmon produrremo una ricerca audiovisiva site-specific e una esperienza di cinema dal vivo basata sul girato che andremo a fare le settimane prima del festival nella regione Calabria coinvolgendo musicisti locali, immergendoci nella magia dei luoghi ed esplorando nuove forme di riti”
Ad anticipare questo appuntamento straordinario la performance dal titolo SACRED+S a music+cinema ritual che Vincent Moon terrà il 10 agosto.

Ma non finisce qui. Per la prima volta assoluta Guarimba ospiterà infatti  un panel dedicato alle nuove forme di distribuzione di cinema, musica e pubblicità online, con protagonisti Facebook, Soundreef e Vimeo, che si troveranno riuniti per la prima volta insieme in Calabria.
Artists for La Guarimba
Anche quest’anno il Festival si lega all’arte attraverso i lavori di 15 illustratori internazionali che si sono messi alla prova con la produzione di una locandina per l’evento. Tutti i lavori saranno esposti in una mostra a cura dell’artista Sara Fratini, che intende omaggiare la tradizione delle locandine cinematografiche storiche: quando non erano prodotte su scala industriale, venivano realizzate a mano e ogni Paese aveva la propria versione a opera di artisti e illustratori locali. Immancabile, come sempre, sarà il simbolo della scimmia guarimbero!
LA GUARIMBA – chi siamo
La Guarimba è una associazione culturale con sede legale in Calabria, la terra dove tutto è possibile, che si occupa principalmente di cinema ed illustrazione e usa la cultura come un veicolo per promuovere valori di democrazia partecipativa, integrazione e accessibilità.
Fondata da Giulio Vita, calabro-venezuelano tornato alle sue radici nel 2012 per creare il festival di cinema; Sara Fratini, illustratrice venezuelana laureata in Belle Arti tra Madrid e Nancy e El Tornillo De Klaus, collettivo spagnolo di artisti audiovisivi e critici cinematografici.
Guarimba è una parola che per gli indios venezuelani significa “posto sicuro”.
L’associazione culturale La Guarimba ha come obiettivo quello di riportare il cinema alla gente e la gente al cinema. Questa motivazione ci ha portato nel 2013 a riparare un vecchio cinema all’aperto di 938 posti in Calabria; ad organizzare un festival del cortometraggio internazionale a ingresso libero; nel 2014 a creare La Scuola Delle Scimmie in Puglia, un processo di formazione di cinema e di illustrazione indipendente per 45 ragazzi; ci ha fatto creare La Guarimba On Tour dove ogni anno portiamo la nostra selezione di cortometraggi in giro per il mondo; ad agosto 2015, abbiamo organizzato la prima conferenza europea di Vimeo, il più grande distributore di cinema online diretto.
Nel 2016 abbiamo iniziato “I Cummari” un progetto di rigenerazione urbana che consiste in portare street artist ad Amantea per ricuperare i muri abbandonati della città; abbiamo vinto il bando MigrARTI del MIBACT e con i fondi abbiamo organizzato “CINEMA AMBULANTE: storie di integrazione” che consiste in una rassegna cinematografica, una scuola di cinema ed illustrazione gratuita per italiani e rifugiati e da quell’esperienza si sono realizzati 7 documentari, 1 murales ed è nata la Biblioteca Guarimba; abbiamo partecipato a TANDEM Ukraine e vinto con il progetto “Local Crew, Foreign Director” che consiste in inviare un regista italiano in Ucraina a girare un documentario; abbiamo creato CINECUNTI una collaborazione senza precedenti insieme al festival Doclisboa, il Tel Aviv International Student Film Festival, il Kraken in Slovenia e il Cleto Festival per portare registi internazionali a raccontare la nostra Calabria; abbiamo vinto il bando europeo di MEDIA EUROPE in collaborazione con REELPORT con il progetto AVA Library che ci ha permesso di creare la prima video-biblioteca del cortometraggio in Calabria per dare a tutti la possibilità di vedere i nostri cortometraggi. Nel 2017 abbiamo vinto ancora una volta il bando MigrARTI del MIBACT per realizzare la seconda edizione di “Cinemambulante: storie di integrazione” questa volta a Cosenza con partners istituzionali come il Comune di Cosenza, la Provincia di Cosenza e la Regione Calabria; si è svolto il progetto CINECUNTI che ha ospitato per 10 giorni 4 registi al centro storico di Cleto per ideare e produrre 3 documentari sul borgo.
CONTATTI
www.laguarimba.com
info@laguarimba.com
+39 339 2086981
UFFICIO STAMPA
Daccapo Creative Agency
daccapocreativeagency@gmail.com
+39 339 7050840 / +39 340 8288293

Share with:

FacebookTwitterGoogleTumblrPinterest