Guecello di Porcia e Alessandra Cardone photocall low

Il corto prodotto da Guecello di Porcia vince a Cortinametraggio

La Madeleine e lo Straniero il nuovo cortometraggio di Alessandra Cardone ha vinto ben tre premi a Cortinametraggio, il Festival sulla cinematografia “breve” italiana svoltosi dal 19 al 25 marzo a Cortina d’Ampezzo, dove il corto è stato presentato in anteprima assoluta. Nel cast Ivan Senin, Fulvio Falzarano, Elettra Mallaby, Margherita Mannino, Patrizia Jurincic.

Suo il Premio del Pubblico – Dolomia al miglior corto che darà la possibilità di realizzare uno spot pubblicitario per Dolomia alla regista. La Madeleine e lo Straniero ha vinto anche il Premio Bayer “La donna in tutte le sue eccellenze”per la positività e la forza espressa dalle due donne, capaci di non lasciarsi abbattere dalla sofferenza, dalla malattia e dalle difficoltà e capaci di guardare e andare avanti ma allo stesso tempo capaci di perdonare”. La Madeleine e lo Straniero porta a casa anche il Premio Viva Production “per regia e qualità del corto scelto tra i tanti visti” consegnato dal produttore Pier Paolo Piastra. Presenti al Festival, oltre alla regista, il produttore Guecello di Porcìa e l’interprete Elettra Mallaby, che ha ricevuto il Premio Migliore Talento Emergente del Veneto, e la costumista Caterina Zangrando.

Protagonista del corto uno chef di origini rumene che sta per prendere la sua prima stella Michelin, quando si trova ad assaggiare un vino particolare. Come per Proust con la “madeleine” il suo gusto lo riporta indietro nel tempo…

Scritto e diretto da Alessandra Cardone, La Madeleine e lo Straniero è prodotto da Guecello di Porcìa, proprietario delle Cantine di Porcia, antica azienda vinicola friulana, e dalla società Videe Spa. La Madeleine e lo Straniero è distribuito da Premiere Film.

“Esco da questa 13ma edizione di Cortinametraggio triplamente soddisfatta” – dice Alessandra Cardone“Vincere il premio del pubblico è per me una gratificazione immensa perché significa che il mio film è “arrivato” a tante persone e anche a un’importante realtà come Dolomia con la quale sarò felice di collaborare; il premio che mi ha assegnato la casa di produzione Viva Production invece è un grande stimolo per il futuro perché attesta che sono sulla strada giusta mentre il premio di Bayer è una conferma del fatto che la positività vince sempre. Un grazie di cuore a Maddalena Mayneri, agli sponsor e a tutte le persone che fanno sì che la magia di Cortinametraggio si ripeta ogni anno.”

Alessandra Cardone, milanese, ex copywriter, ha lavorato per anni nel settore pubblicitario prima di approdare alla sceneggiatura e poi alla regia con il suo primo cortometraggio Aspettando Hollywood, selezionato in vari festival e vincitore di numerosi premi. Ha vinto la Menzione Speciale ai Nastri d’Argento per la sceneggiatura del corto Boxing Paradise. Il suo corto doc. My Friend Johnny, presentato alle Giornate degli Autori del Festival di Venezia 2012 nella sezione “Venice Nights”, racconta l’amicizia di un ristoratore veneziano, Cristiano Vitale, con l’attore Johnny Depp. Il corto è stato un piccolo caso sulla vita e i sentimenti di un uomo semplice che ha visto passare la “celebrità” per un attimo e ne è rimasto abbagliato.

Suoi i documentari Le Tessitrici di Guri i Zi e In Love With Shakespeare (Filmmaker Film Festival) proiettato al Teatro Franco Parenti e all’Istituto di Cultura Italiana di Londra (per il quattrocentenario, 2016) e acquistato da Sky Classica HD. Attualmente sta lavorando a Riflessi, il suo primo lungometraggio (vincitore Fondo Sviluppo MIBACT/CNC) e alla serie The Wine Stories.

La Madeleine e lo Straniero ha la scenografia di Giorgio Pansini, la fotografia di Debora Vrizzi, il montaggio di Matteo Trevisan. Aiuto regista Carlo Paramidani, casting director Antonella Perrucci per Galaxa, musiche Phillis Skeet, e i costumi di Caterina Zangrando, al trucco Francesca De Benedet.

Share with:

FacebookTwitterGoogleTumblrPinterest