Il regista Carlo Verdone posa per i fotografi durante il photocall del film Cenerentola. Roma 19 dicembre 2014. ANSA/ANGELO CARCONI

Carlo Verdone e “Voci Nude” a Villa Medici per “I Giovedì della Villa”

Sono dedicati a un’icona del cinema italiano e a un raffinato spettacolo di canzoni medievali gli appuntamenti in programma l’8 marzo a Villa Medici per I Giovedì della Villa, ideati dalla direttrice Muriel Mayette-Holtz e curati da Cristiano Leone. Si comincia alle ore 19 con Voci Nude, performance di Léonor de Récondo (violino e testi) e Claire Lefilliâtre(canto) presentata in collaborazione con la Libreria Stendhal; alle 20.30 la parola passa a Carlo Verdone, eccezionale protagonista di un incontro che intende celebrare gli oltre 40 anni di carriera dell’attore e regista, attraverso un dialogo con Muriel Mayette-Holtz, lei stessa regista e attrice, e la proiezione di alcuni spezzoni dei film più celebri di Verdone. Tra due mondi, attraverso i secoli, con il violino a sostenere, e a volte a reggere le voci, si svolge Voci Nude, uno spettacolo in cui si combinano canzoni medievali e testi inediti, mormorati, recitati, cantati, accompagnati. La Storia, intesa come luogo di ripetizioni, viene qui veicolata nella sua forza e nella sua bellezza. Come un gioco di specchi, attraverso le parole dolci, e in alcuni casi crude del Medioevo, sino all’infanzia e all’esilio nel mondo di oggi.

Léonor de Récondo è violinista e scrittrice. Si esibisce con alcuni tra i più prestigiosi ensemble di musica barocca. Dal 2010 ha pubblicato cinque romanzi (con le edizioni Sabine Wespieser) che hanno ottenuto diversi riconoscimenti letterari, alcuni dei quali sono stati tradotti in diverse lingue.

Claire Lefillâtre inizia a studiare canto a sedici anni, parallelamente a una formazione teatrale e cinematografica. La sua passione per la retorica e la gestualità barocca la conduce alla elaborazione di un lavoro personale sull’ornamento della musica francese e italiana del XVII secolo. È oggi considerata una delle più significative interpreti del repertorio.

Carlo Verdone è il simbolo di un cinema allo stesso tempo popolare e sofisticato, e della grande tradizione della commedia all’italiana nata con Dino Risi. Attore, sceneggiatore, regista, produttore, conosce tutti gli aspetti e i mestieri della creazione cinematografica, ed è considerato da molti il degno e unico erede di Alberto Sordi. Dal suo esordio al cinema con Un sacco bello, di cui è regista, sceneggiatore e attore protagonista, sono innumerevoli i successi e i riconoscimenti ottenuti. Ritrattista del nostro tempo, nei suoi film ha saputo mettere in luce con sottile ironia nevrosi e virtù degli italiani, insieme ai cambiamenti della società. Ma il suo debutto fu nel 1977 al Teatro Alberichino di Roma, con lo spettacolo Tali e quali, esperienza che mise subito in evidenza le sue doti di attore. Ed è proprio la recitazione ad accomunare Carlo Verdone e Muriel Mayette-Holtz, che, sia come attrice che come regista, si è misurata con i testi dei principali autori del teatro classico e contemporaneo.

L’incontro a Villa Medici sarà dunque l’occasione di assistere a un “confronto” tra due artisti, e di ripercorrere la carriera proteiforme di Carlo Verdone, parlando con lui delle evoluzioni significative del cinema italiano e instaurando un dialogo conviviale con il pubblico.

 

Accademia di Francia a Roma – Villa Medici

viale Trinità dei Monti, 1 – 00187 Roma

t +39 06 67611 www.villamedici.it

 

Ufficio stampa Accademia di Francia a Roma – Villa Medici | Italia

Marta Colombo – t. +39 340 34 42 805 – email martacolombo@gmail.com

Francesca Venuto – t. +39 349 57 80 211 – email francescavenuto.f@gmail.com

 

Share with:

FacebookTwitterGoogleTumblrPinterest