NoteVerticali.it_Civico_15_TramAttori_Teatro_Trastevere_2

Civico 15, dal 21 al 26 febbraio al Teatro Trastevere

Preparate i giubbotti anti-proiettili, affilate i coltelli, caricate i fucili e innalzate le barricate. No, non siamo in guerra, semplicemente stiamo per assistere all’ennesima assemblea di condominio: in una città qualsiasi, al civico 15 di un quartiere provinciale italiano, i condomini di uno stabile in una via Garibaldi qualsiasi combattono a suon di millesimi per migliorare la loro convivenza. Ora, dimenticate le regole del buon vicinato, quelle di un tempo, quelle che quando ti mancava il pomodoro all’ultimo momento potevi contare sicuramente sul dirimpettaio, non esistono più; il vicino di casa oggi è diventato il nemico da combattere o la persona di cui sparlare. Queste sono le premesse da cui parte la divertente commedia di Olimpio Pingitore che è capace di raccontare con ironia uno spaccato di società contemporanea, enfatizzando i comportamenti dei personaggi fino all’estrema caratterizzazione. Sei gli attori in scena: Silvia Cox, Albamarina Dei, Fabrizio Nicoletti, Olimpio Pingitore, Francesca Targa e Gianlorenzo Tennenini. All’ordine del giorno dell’assemblea, che si svolge in una palestra (un neutro campo di battaglia), la discussione per l’installazione di un ascensore, che tra favorevoli e contrari innesca una guerra verbale delineando i profili dei protagonisti: provinciali, un po’ razzisti, creduloni ed ingenui, inclini al pettegolezzo e poco aperti alle diversità. Ogni personaggio si rivela un individuo a sé, incapace di far parte di una collettività, di identificarsi con il prossimo, privo di empatia, si batte unicamente per i propri interessi (principalmente economici).
Tra le lamentele per le urla di un neonato che tiene sveglio tutto il palazzo, i fumi maleodoranti della cucina cinese, il fastidioso riproporsi di un motivetto al pianoforte in un appartamento insonorizzato, non mancano i colpi di scena: un morto, dei fantasmi, dei ladri, storie di tradimenti, malori in diretta. Si ride identificandosi nelle gag teatrali, tanto grottesche, da assomigliare talvolta, terribilmente alla realtà.
E voi che condomini siete?
Non potete permettervi di perdere l’unica, piacevole riunione condominiale della vostra vita!
Fino a domenica al Teatro Trastevere.

Share with:

FacebookTwitterGoogleTumblrPinterest